CONFORMISTA 4.0

Lo fanno tutti/ Se lo dicono in tanti allora sarà vero/ Lo dice l’autorità/ Vivi e lascia vivere/ Si è sempre fatto così …

Il conformista è colui/lei che ha bisogno del consenso della maggioranza del gruppo e sente un forte bisogno di appartenere ad una comunità, perché la solitudine proprio non se la può permettere e neppure una sua opinione.

Anzi, più la comunità è allargata e meglio è. Più “like” possiede sulla sua pagina e meglio è.

Solitamente è  colui/lei che obbedisce agli ordini, che ha paura dell’autorità e di essere allontanato dai pari, dai fratelli del popolo”, dalla maggioranza che tiene tutto sotto controllo.

Controllo e ordine. Ecco a cosa serve il conformismo!

conformismo_omologazione

Ma chi è il conformista oggi? Come si comporta e quali riscontri sociali ottiene?

La teoria dell’equilibrio socialestructural balance»), formulata dallo psicologo Fritz Heider negli Anni 50, sostiene che le relazioni meno stressanti sono le seguenti: «L’amico del mio amico è mio amico», «il nemico del mio amico è mio nemico», così come «l’amico del mio nemico è mio nemico» e «il nemico del mio nemico è mio amico».

American Journal of Sociology

Su Internet è facile trovare comunità di centinaia di migliaia di individui che interagiscono tra loro in vario modo. Se le più note delle reti sociali (Facebook&C.) hanno il tasto «I like», ma sono prive della funzione opposta («Don’t like»), alcuni network meno noti come Epinions e Slashdot lasciano ai loro frequentatori la possibilità di esprimere anche giudizi negativi sui membri della comunità.

La Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste ha analizzato queste reti. Il risultato emerso è che i cicli negativi sono largamente evitati e le comunità sociali hanno un «bilanciamento» che passa anche il test statistico più stringente. In particolare, il numero di individui che sono «taggati» come amici da una moltitudine di altri individui, così come il numero di individui che sono taggati come «nemici» dalla maggioranza, è molto alto.

Scienzainrete

Da un punto di vista sociologico questi risultati sollevano una domanda interessante: i giudizi espressi sono il frutto di scelte completamente libere oppure sono influenzati dall’«opinione comune», da chi prima di noi ha espresso un giudizio oppure da chi consideriamo «autorevole»?

Inoltre, il conformista 4.0  che fa esperienza frequentando principalmente i social allontanando l’esperienza diretta, quanto riesce ad coltivare quell’empatia che serve per comprendere il punto di vista dell’altro e sentire i suoi sentimenti?

Sono tanti i fattori che rendono conformista un individuo, e io sono concorde con quanto afferma Adam Smith nella sua Teoria dei sentimenti morali quando dice che la capacità di provare pietà e compassione

implica uno sforzo consapevole,

attraverso la funzione dell’immaginazione, uno strumento che rende capace anche “il più grande furfante” di mettersi nei panni di una persona in difficoltà e di identificarsi con le sue sofferenze ma che può essere distorto dalla paura, da idee sciovinistiche, da paraocchi ideologici che possono trasformare rapidamente i sentimenti morali in immorali.

Come accade tutti i giorni sulla rete.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

Umberto Galimberti – il sito ufficiale

inizia qui e ora a realizzare te stesso!

Anna Perna

inizia qui e ora a realizzare te stesso!

Daniel Goleman

Emotional intelligence, social intelligence, ecological intelligence

Il pensiero di Emanuele Severino nella sua "regale solitudine" rispetto all'intero pensiero contemporaneo

a cura di Vasco Ursini, autore di: Il dilemma verità dell'essere o nichilismo?

Professione Antropologo

inizia qui e ora a realizzare te stesso!

Libera Università Autobiografia Anghiari

inizia qui e ora a realizzare te stesso!

Teatro Nucleo

inizia qui e ora a realizzare te stesso!

cesarbrie

inizia qui e ora a realizzare te stesso!

Associazione Italiana Formatori

inizia qui e ora a realizzare te stesso!

Riflessioni.it - Dove il Web Riflette!

inizia qui e ora a realizzare te stesso!

Commercio Responsabile

inizia qui e ora a realizzare te stesso!

GruppoLen

inizia qui e ora a realizzare te stesso!

Paolo Vallicelli

inizia qui e ora a realizzare te stesso!

Sara Salvarani

Sweet Marketing Coach

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: